Blog

Agriturismo in Maremma Toscana | Il Bagnolo | La Leggenda del Carnevale

Secondo la leggenda il Carnevale era un Re.. vieni a festeggiare in maremma in tuo Carnevale, prenota all’Agriturismo in Maremma Toscana il Bagnolo

La festa più allegra di tutto l’anno è molto sentita anche in Maremma, dove diversi eventi animano il territorio. Ad esempio a Castiglione, a Follonica e a Orbetello carri colorati, realizzati interamente in carta pesta grazie all’estro dei vari rioni, sfilano a ritmo di musica per le vie e le piazze del paese. Ma non solo, nel maggior parte dei paesi, si possono trovare feste perfette per il divertimento sia dei grandi che dei piccini. 

MA FORSE NON TUTTI SANNO CHE DIETRO CHE QUESTA CELEBRE FESTIVITÀ SI NASCONDE UN RACCONTO ASSAI PARTICOLARE…

Stelle filanti agriturimo in maremma toscana

La Leggenda narra che Carnevale era un Re, forte e potente, ma soprattutto generoso. Le porte del suo palazzo erano sempre aperte e chiunque poteva entrare nelle cucine della reggia, fornite di cibi prelibati, e cibarsi a volontà. Ma i sudditi, invece di essere felici di avere un sovrano così generoso, approfittarono del suo buon cuore e a poco a poco si presero tanta confidenza da costringere il povero re a non uscire più dal suo palazzo per non essere fatto oggetto di beffe ed insulti.

Egli allora si ritirò in cucina e lì rimase nascosto, mangiando e bevendo in continuazione. Ma un brutto giorno, dopo essersi abbuffato più del solito, cominciò a sentirsi male. Grasso come un pallone, il volto paonazzo ed il ventre gonfio, capì che stava per morire; la sua ingordigia lo aveva rovinato. 

Agriturismo i Maremma Toscana il Bagnolo , bambini carnevale

Tutto sommato era felice per la vita allegra che aveva condotto, ma non voleva andarsene così, solo, abbandonato da tutti, proprio lui, il potente Re Carnevale. Si ricordò allora di avere una sorella, una donnina fragile, snella e un po’ delicata, di nome Quaresima, che lui, un giorno, aveva cacciato di corte. La mandò a chiamare e lei, generosa, accorse; gli promise di assisterlo e farlo vivere altri tre giorni, domenica, lunedì e martedì, ma in cambio pretese di essere l’erede del regno.

Re Carnevale accettò e passò gli ultimi tre giorni della sua vita divertendosi il più possibile. Morì la sera del martedì e sul trono, come precedentemente avevano stabilito, salì Quaresima. 

Per risollevare l’economia del regno, lavorò duro e grosse penitenze ai suoi sudditi caratterizzarono il suo governo.

E VOI AVETE GIÀ DECISO DA COSA VESTIRVI PER CARNEVALE?